GESTIONE DEL TERRITORIO

Limosa ha sempre affiancato l’attività di divulgazione naturalistica (educazione ambientale e turismo) a progetti di ricerca applicata e gestione del territorio. Le nostre collaborazioni con Enti pubblici e Istituti di ricerca sono numerose e siamo disponibili per la progettazione e conduzione di progetti nei seguenti ambiti:

Punto informativo c/o CEA Eraclea Mare (2014)
Nell’ambito del Bando PSL  2007/13, Misura 313 “incentivazione attività turistiche”, azione 4 “accoglienza”, incarico per l’allestimento del punto informativo presso il Centro di educazione Ambientale di Eraclea Mare

Progetto Be-natur (2013)
Per conto della Regione Veneto, U.P. Coordinamento Commissioni, abbiamo ricevuto l’incarico per la progettazione, organizzazione e svolgimento di attività educative e ricreative da svolgersi nell’ambito del progetto cofinanziato nel contesto del programma di cooperazione territoriale Sud Est Europa (SEE) 2007-2013, denominato Be-natur “Better management and implementation of Natura 2000 sites (Migliorare la gestione dei siti della rete natura 2000) all’interno del work package n. 5 “Awareness rising actions and promotion of sustainable tourism” (Azioni di sensibilizzazione e promozione del turismo sostenibile)

ADRIAWET (2013)
Per conto di Veneto Agricoltura attuazione di un programma di animazione e sensibilizzazione culturale dal titolo “I cantieri della natura” nell’ambito del Progetto Interreg Italia Slovenia “ADRIAWET 2000”, previsto nel Workpackage 4 “Educazione, sensibilizzazione e promozione congiunta”

Programma MED (2012)
Programma MED 2007-2013 Susten Mechanism Sustainable Tourism Entrepreneurship Mechanism – Servizi di accompagnamento nell’ambito dell’Educational tour in Riviera del Brenta, settembre 2012

Ecomuseo Millecampi (2008)
L’allestimento dell’Ecomuseo, presso il Casone delle Sacche in Comune di Codevigo (PD), è stato realizzato nell’ambito dell’iniziativa comunitaria “Leader” dal titolo “Agronauta”, cofinanziata dal GAL “Le Terre Basse, già Antico Dogado” e dall’Unione dei Comuni di Codevigo e Pontelongo. Il progetto ha previsto la realizzazione di 10 pannelli collocati all’interno del Casone delle Sacche, con la descrizione dell’ambiente, degli itinerari e delle risorse naturalistiche e culturali del territorio. Altri 6 pannelli sono posizionati all’esterno del Casone.
E’ stato pubblicato inoltre un depliant di itinerari a piedi, in bicicletta, a cavallo e in canoa.

M.A.V. – Museo Ambientale di ValleVecchia (2007)
Limosa ha realizzato, su incarico di Veneto Agricoltura e in Associazione di impresa con Asteria s.r.l. di Trento, gli allestimenti del nuovo Museo Ambientale di ValleVecchia.
Il Museo, il più grande centro di accoglienza di un’area naturale nella provincia di Venezia, è stato allestito in un ex-essicatoio dell’Azienda Agricola Sperimentale, recuperato con un pregevole restauro.
Sui tre piani dell’immobile sono trattati gli aspetti storici, naturalistici, gestionali e produttivi dell’area di ValleVecchia e della Laguna di Caorle, con pannelli, diorami, plastici, postazioni interattive e la ricostruzione di un casone realizzato con le tradizionali tecniche dei pescatori.

Interventi di sistemazione ambientale casse di colmata D-E (2006)
Il Consorzio Venezia Nuova, nell’ambito di un Accordo di Programma tra Magistrato alla Acque di Venezia, Regione Veneto, Comune di Mira e Provincia di Venezia per interventi nelle Casse di Colmata, ha incaricato Limosa di eseguire la progettazione di un sentiero naturalistico nella zona dello stagno di nuova realizzazione nella cassa D-E, attrezzato con tabelloni informativi e punti di osservazione. L’arredo ambientale ha più funzioni: – rendere praticabile l’accesso alla cassa di colmata; – creare le condizioni per la visita e la sosta durante le attività didattiche progettate per le scuole, o per i visitatori che si muovono in laguna individualmente; – dare informazioni adeguate sulla storia, la morfologia, la natura e le trasformazioni ambientali ad opera della natura e dell’uomo in modo che le visite guidate possano essere corredate da un supporto didattico, e i singoli visitatori possano trovare sul luogo informazioni stimolanti. Per la realizzazione del progetto Limosa è stata coadiuvata dalla cooperativa AGRI.TE.CO

Progetto Interreg Coast to Coast: Sezione formazione (2006)
Il progetto comunitario “Coast to coast”, a regia regionale, è inserito nel programma comunitario Interreg III Italia-Slovenia e intende incentivare la consapevolezza e la partecipazione delle popolazioni transfrontaliere alle esigenze di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale delle aree costiere. Tra le diverse azioni, sviluppate nell’ambito di un ampio parternariato, è inserita la sezione formazione, che vede come capofila la Provincia di Venezia e la cui gestione è stata affidata a Irecoop Veneto, ente di formazione regionale accreditato. Quattro i moduli formativi: – Attività di educazione ambientale, rivolte alle scuole primarie – Un percorso didattico su tematiche di marketing e comunicazione turistica e territoriale, rivolto alle scuole superiori – Un corso di formazione-aggiornamento per disoccupati nel settore turistico-ambientale – Un seminario rivolto a operatori del settore La progettazione e conduzione dei moduli formativi è realizzata in collaborazione con lo staff docenti di Limosa.

Progetto Interreg “Lagune” (2006)
Il Comune di Cavallino – Treporti è soggetto proponente del progetto “Lagune”. Il progetto si inserisce nella misura 2.2 “cooperazione transfrontaliera nel turismo” del Programma di iniziativa comunitaria Interreg III A Italia-Slovenia (2000-2006). Obiettivo principale del progetto è la valorizzazione turistico-ambientale della Laguna Nord di Venezia. Molti i partner del progetto: Comune di Quarto d’Altino , Comune di Musile di Piave, Comune di Jesolo, Provincia di Venezia, APT di Venezia, APT di Jesolo-Eraclea, Istituzione Parco della Laguna Nord di Venezia, GAL Venezia Orientale, Magistrato alle Acque, ACTV, ATVO, Consorzio Venezia Nuova, Ente Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Il progetto prevede diverse fasi e azioni, la prima delle quali riguarda una indagine preliminare che intende censire progetti, iniziative, realtà di riferimento al tema del progetto. La realizzazione di questa azione è stata affidata alla Cooperativa Limosa.

Sportello IAT Eraclea Mare (2005-2008)
Per conto della Provincia di Venezia, Assessorato Turismo, gestione di uno sportello IAT (Informazione e Assistenza Turisti) specializzato in turismo culturale e naturalistico presso il Centro di Educazione Ambientale di Eraclea Mare

Acque Antiche –Il percorso della Litoranea Veneta (2005)
Abbiamo realizzato una ricerca-studio nell’ambito del progetto “Acque Antiche –Il percorso della Litoranea Veneta”. La ricerca ha previsto il censimento di tutti i siti di valore naturalistico, archeologico e geo-storico lungo l’asta della Litoranea, dalla Laguna di Venezia alla Foce dell’Isonzo, e della costa slovena. La ricerca studio  rientra in un progetto realizzato nell’ambito dell’iniziativa Comunitaria Interreg III, coordinato dalla Provincia di Venezia

Museo Civico di storia Naturale di Venezia (2004-2005)
Limosa collabora con lo staff scientifico del Museo Civico di Storia Naturale di Venezia nell’ambito del progetto del nuovo allestimento del Museo stesso con i seguenti incarichi: -ideazione di progetti scientifici per i percorsi museali e per le aree tematiche; -raccolta di documentazione scientifica e tecnica a supporto delle attività scientifiche e didattiche; -valutazione dei materiali, esemplari e/o modelli espositivi. Ha seguito in toto la realizzazione dell’ “acquario virtuale” della Sala dell’acquario.

Esposizione permanente presso il Centro di Educazione Ambientale di Eraclea Mare (2000)
Abbiamo realizzato una esposizione permanente, con postazioni didattiche interattive, sull’ecosistema litoraneo e la cultura del territorio presso il Centro di Educazione Ambientale di Eraclea Mare

Servizi presso il “Centro di Informazione e Consultazione sulla Procedura di Impatto Ambientale (1998)
Da giugno a dicembre ’98 abbiamo fornito una serie di servizi presso il “Centro di Informazione e Consultazione sulla Procedura di Impatto Ambientale (V.I.A.) per criteri e progetti di controllo delle maree in Laguna di Venezia allestito a Bacino Orseolo (Venezia) dal Comune di Venezia e dal Ministero dell’Ambiente: organizzazione, tutoraggio e docenze per corso insegnanti – organizzazione del materiale di consultazione – accoglienza dei visitatori – visite guidate al Centro.

Progetto “Agenda 21”
Abbiamo seguito costantemente il progetto “Agenda 21”, il documento sottoscritto da 110 Stati di tutto il mondo al termine della riunione su ambiente e sviluppo promossa dalle Nazioni Unite a Rio de Janeiro nel 1992, nell’ambito del quale abbiamo contribuito alla la redazione di una “Carta dei principi guida per il settore turistico” della città di Venezia.

Progetto LIFE
Abbiamo partecipato (con Forum per la Laguna, Provincia di Venezia, Comune di Venezia, APT di Venezia, ACTV) al progetto “LIFE” co-finanziato dalla Comunità Europea dal titolo “Diversificazione dei flussi ed integrazione delle aree periferiche nei percorsi di un turismo sostenibile nella Laguna di Venezia”

– Abbiamo collaborato alla realizzazione del volume fotografico “Die letzen Venezianer”, edito da Terra Magica (Monaco di Baviera, 2014), di cui Luana Castelli di Limosa è co-autrice insieme al fotografo Karl Johaentges.

– Realizzazione, per conto dell’Assessorato Politiche Ambientali della Provincia di Venezia, una collana di pubblicazioni sul Centro di Educazione Ambientale e Oasi di protezione faunistica “Forte Tron”. Ogni “quaderno” della collana è tematico e si riferisce ai progetti realizzati nei settori della ricerca naturalistica applicata e dell’educazione ambientale. I titoli provvisori sono: “Forte Tron: un progetto di recupero ambientale” “Flora a Forte Tron: una indagine fitosociologica” “L’avifauna a Forte Tron: progetti di studio attraverso la metodologia di cattura e inanellamento” “Educazione ambientale a Forte Tron: il progetto Terra, Acqua e Aria”

– Siamo autori della pubblicazione “L’altra Venezia – vacanza cicloturistica a tappe nel territorio provinciale” edito dalle “Edizioni ACHAB” per conto dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Venezia

– Siamo coautori della pubblicazione “Prima di Venezia – Guida ad un turismo consapevole nella Laguna nord” – Edizioni “L’altroturismo” Abbiamo curato la revisione scientifica della “Guida alla scoperta della Laguna di Venezia” edita da “Oltremare”

– Siamo autori del volume “Percorsi naturalistici in Laguna di Venezia – proposte didattiche per la scuola media superiore”, edito dagli Itinerari educativi del Comune di Venezia

– Abbiamo curato, per conto dell’Assessorato alle Politiche Ambientali della Provincia di Venezia, l’impostazione progettuale e l’impianto grafico della pubblicazione “Educazione all’Ambiente: Laboratori Territoriali e Centri di Esperienza in provincia di Venezia”

– Siamo autori della pubblicazione “Itinerari naturalistici nel litorale del Veneto Orientale per persone con bisogni speciali”, realizzata dalla UL S n° 10 e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari Sociali

– Componenti dello staff educativo di Limosa hanno pubblicato (con altri autori): “Nel bosco dello scoiattolo – Quaderno per le giornate ecologiche nei boschi di Piné”, in collaborazione con l’Assessorato Istruzione e Cultura del Comprensorio Valle dell’Adige (TN). “L’ambiente entra in classe – Percorsi di Educazione Ambientale per la Scuola” pubblicato dal Ministero dell’Ambiente e dall’Azienda Regionale delle Foreste del Veneto Sussidiario per la scuola elementare “Il pianeta delle idee” – Nicola Milano Ed.

– Abbiamo curato l’organizzazione tecnica e l’assistenza di regia del film documentario “Venedig: als hatten wir getraumt” (“Venezia come se avessimo sognato”) prodotto dalla MGS Filmroduktion e presentato al Filmfestival di Monaco nel giugno 2000

– Siamo autori del volume e CD-Rom “Acque Antiche –Il percorso della Litoranea Veneta”. La realizzazione dell’opera rientra in un progetto realizzato nell’ambito dell’iniziativa Comunitaria Interreg III, coordinato dalla Provincia di Venezia. (2004)

– Per conto del Manifesto Turistico Ambientale Veneto, associazione di Campeggi impegnati nella qualità ambientale, abbiamo realizzato lo studio e progettazione di itinerari ciclabili lungo tutto il litorale della provincia di Venezia. La ricerca è stata coordinata dal Prof. Dr. Rainer Krüger, Direttore dell’Istituto di Ricerca Regione e Ambiente (FORUM) di Oldenburg, Germania e i risultati sono stati raccolti in due road-book, e da due cartine in scala 1:60.000, pubblicati da Ediciclo. Il primo road-book è dedicato alla Laguna di Venezia, il secondo alle Lagune orientali della provincia. In tutto 22 itinerari particolarmente dettagliati nel percorso (l’approssimazione è di 100 metri) e corredati da diverse informazioni e schede di approfondimento su temi storici, naturalistici e culturali. (2007)

ValleVeccchia
L’area di Valle Vecchia di Caorle è costituita da una superficie di circa 900 ha, delimitata sui quattro versanti da acque marine, lagunari e fluviali. L’area presenta una notevole complessità ambientale, in quanto alla fine degli anni ’60 fu l’ultimo bacino lagunare-palustre ad essere prosciugato, ed il primo, a partire dalla seconda metà degli anni ’90, ad essere interessato da un intervento di riqualificazione ambientale. Con i suoi 4,5 km di estensione costituisce il più lungo tratto di litorale non urbanizzato del golfo di Venezia con un alto livello di naturalità. Dal 2004 al 2016 Limosa ha gestito per conto di Veneto Agricoltura i servizi di progettazione ed esecuzione di proposte di educazione, animazione e divulgazione naturalistica, gestione del Centro Visite.
 
Forte Tron
Dal 1995 Limosa gestisce, per conto del Comune di Venezia, l’area di Forte Tron, comprendente l’ex forte ottocentesco e circa 20 ettari circostanti. La convenzione per la gestione prevede l’onere da parte di Limosa della sorveglianza, accoglienza, pulizia degli immobili e manutenzione ordinaria del verde. E’ prevista inoltre l’apertura e l’effettuazione di visite guidate ogni primo week-end del mese. Limosa ha elaborato un progetto di valorizzazione di Forte Tron, che prevede l’attivazione di laboratori naturalistici per le scuole, visite guidate tematiche, attività estive per minori, monitoraggio ambientale. Attraverso queste attività Limosa intende: – coprire gradualmente le spese di gestione del Forte; – offrire a tutti i cittadini la possibilità di utilizzare un bene della collettività, rimasto per anni chiuso ed esposto al degrado. Forte Tron è Oasi di protezione della fauna, istituita in base alla Legge Regionale n° 17, e data in gestione a Limosa dalla Provincia di Venezia

Caroman
Limosa ha gestito per 10 anni – dal 1989 al 1999 – l’Oasi di protezione faunistica Caroman, nella Laguna sud di Venezia. Il progetto, commissionato dall’Assessorato Ecologia del Comune di Venezia, prevedeva la sorveglianza dell’area, l’accoglienza e attività di informazione per i visitatori, lo studio delle aree di nidificazione di Fratino Charadrius alexandrinus e Fraticello Sterna albifrons

Forte Tron

Dal 1997 censimenti di tutte le specie (nidificanti, svernanti e di passo) dell’Oasi di protezione della fauna “Ex Forte Tron” per conto della Provincia di Venezia. Nell’area del forte viene svolto il progetto “PRISCO” Progetto Inanellamento a Sforzo Costante, coordinato dall’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica “Alessandro Ghigi”.

– Dal 1987 al 1991 Limosa ha partecipato ad attività di inanellamento per lo studio delle migrazioni e censimenti faunistici promossi dall’Osservatorio Ornitologico della Regione Veneto. Ha assunto la direzione tecnico-scientifica dei seguenti progetti: – Censimento e studio della biologia riproduttiva del Cavaliere d’Italia Himantopus himantopus e dell’Avocetta Recurvirostra avosetta nidificanti nel Veneto. I dati di questa ricerca sono stati pubblicati nel 1992 dalla Regione Veneto e dal Consorzio per lo sviluppo avicunicolo e della selvaggina del Veneto con il titolo “Il Cavaliere d’Italia e l’Avocetta nel Veneto” – “Acroproject”: progetto promosso dall’EURING (European Union for Bird Ringing) per lo studio delle modalità di migrazione autun¬nale degli acrocefali. I dati di questa ricerca sono stati utilizzati dal Dr. Paolo Basciutti per la sua tesi di laurea in Scienze Biologiche dal titolo “Strategie di utilizzo di un ambiente a canneto da parte di due uccelli migratori: Cannaiola Acrocephalus scirpaceus e Forapaglie A. shoenobaenus.” – Censimento e studio del comportamento alimentare dei Cormorani Phalacrocorax carbo svernanti nel Veneto. I dati di questa ricerca sono stati pubblicati dalla Rivista Italiana di ornitologia (Riv. ital. Orn., Milano, 63 (1): 41-54, 15 – VI – 1993 Cherubini G., Manzi R., Baccetti N. “La popolazione di Cormorano Phalacrocorax carbo sinensis, svernante in Laguna di Venezia”)

– In collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica ha collaborato ad uno studio sulla strategia di migrazione e dell’origine delle popolazioni di alcune specie significative di limicoli (Piovanello pancianera e Gambecchio) in transito o svernanti nelle velme e barene della Laguna di Venezia.

– Ha condotto, per conto del Consorzio Venezia Nuova e in collaborazione con lo studio Systema Naturae i seguenti studi: “Ricerche sulla vegetazione reale e potenziale e valori faunistici di un’area in ambiente litoraneo in località Alberoni (VE)” “Indagini sulla vegetazione reale e potenziale ed i valori faunistici di due aree in ambiente litoraneo in località San Nicoletto (Lido) e Caroman (Pellestrina) in comune di Venezia, al fine di ottimizzare la collocazione delle aree a servizio dei cantieri per i lavori di adeguamento e rinforzo dei moli sud della bocca di Lido e nord della bocca di Chioggia”

– Ha effettuato censimenti nell’ambito del Progetto Atlante Italiano (censimento delle specie avifaunistiche nidificanti) e del Progetto Atlante Svernanti, promossi dal CISO (Centro Italiano di Studi Ornitologici) e dall’INFS (Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica)

– Per conto dell’Assessorato all’Ecologia del Comune di Venezia ha organizzato e condotto, nel gennaio del 1988, il censimento dei colombi nel centro storico di Venezia. Dal 1989 censimento delle colonie di Fratino Charadrius alexandrinus e Fraticello Sterna albifrons presso l’Oasi Caroman per conto dell’Assessorato all’Ecologia del Comune di Venezia.

– Negli anni 2000 e 2002 collaborazione con il Museo Civico di Storia Naturale di Venezia per la sistemazione delle collezioni scientifiche

– Progetti realizzati nell’oasi “Forte Tron”nell’ambito dei Bandi per la selezione di progetti di intervento per miglioramenti ambientali nelle Oasi di Protezione della Provincia di Venezia – Settore Tutela e Conservazione del Territorio: “Contenimento boscaglia” “Piantumazione sotto ceduo” “Diffusione di nidi e rifugi artificiali” “Studio presenze avifaunistiche”